martedì 19 maggio 2015

Spaghetti 'solari' con pomodorini gialli e vongole veraci

'Chi non sa fare uno spaghetto al pomodoro?'

Lo spaghetto al pomodoro è un po' come l'abc per chi si avvicina ai fornelli per la prima volta - pare - eppure vi assicuro che nella mia vita mi sono passati davanti dei veri e propri intrugli: troppo acido, troppo dolce, troppo speziato. Per non parlare della pasta.
Perchè se è vero che la semplicità vince sempre, è altrettanto vero che non ci sono trucchi che tengano: quello che è fresco e genuino si sente e quello che non lo è non si può mascherare. Partire da un pomodoro e una pasta di qualità significa essere già a metà strada per la riuscita del piatto, il resto è, appunto, un minimo di buon senso e pietà nel trattare gli ingredienti e qui ci sono venuti in aiuto i vari 'tips & tricks' dell'MTC di questo mese, oltre al post accuratissimo di Paola.

Per quanto mi riguarda, parliamo del mio piatto preferito per eccellenza, nonchè del primo amore di mio figlio dopo l'archiviazione delle pappine (lui ora metterebbe il pomodoro ovunque!!).
Come ho già detto altrove, la pasta al pomodoro è la mia panacea e solo parlarne mi riporta al giardino dei nonni dove, verso la fine dell'estate, all'ombra di un agrumeto che ancora è lì, trasformavamo distese di pomodori San Marzano in conserve per tutto l'inverno e l'odore dello sfiato dei barattoli che, dopo un lavoro di giorni, bollivano - vi assicuro - era talmente intenso e meraviglioso che non lo dimenticherò mai.

Questa mia proposta è a base di un tipo di pomodoro che ho scoperto da poco e che ho subito amato: il datterino giallo. Si accompagna benissimo (e d'elezione) con piccoli crostacei e pesce in generale e non vi nascondo che uno dei motivi per cui lo scelgo è l'aspetto cromatico 'tout court': un giallo pieno e brillante che quasi sembra di avere il sole nel piatto.


Ingredienti
(per 2 persone)

- 150 gr di spaghetti
- 200 gr di pomodorini datterini gialli
- 400 gr di vongole veraci
- 2 spicchi d'aglio
- 2 cucchiai d'olio EVO
- prezzemolo fresco


PREPARAZIONE

Innanzitutto è importante occuparsi dei pomodorini in modo che dopo dovrete solo saltarli e farli insaporire.
Lavateli accuratamente e portate a bollore dell'acqua quindi immergeteli per qualche minuto in modo che la pelle venga via facilmente e metteteli da parte.
Mentre una pentola con abbondante acqua salata per la cottura della pasta giunge a ebollizione, ponete una casseruola bassa su un fuoco medio e versatevi l'olio, l'aglio e le vongole e, quando queste ultime inizieranno ad aprirsi, aggiungete i pomodori. Aumentate l'intensità della fiamma e cuocete per non più d'una decina di minuti in modo che le vongole si aprano tutte e perfettamente e tutti i sapori possano amalgamarsi. Cuocete gli spaghetti, scolateli al dente e versatevi sopra il condimento. Mescolate bene e servite con un pizzico di prezzemolo tritato.

Con questa ricetta partecipo alla sfida di maggio, la n.48, dell'MTChallenge.


10 commenti:

  1. Il datterino giallo non l'ho mai mangiato, è davvero un bel colpo d'occhio questo piatto! Ciao, Anna Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna Lisa!! Provalo: oltre a essere bello, ha la dolcezza tipica del datterino rosso ed è buono giá crudo o cotto pochissimo!!

      Elimina
  2. Bellissimi colori e profumatissimi sapori.... buona giornata Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e buona giornata a te, Flavia!!

      Elimina
  3. Sbavo!
    La pasta con le vongole la amo, ma il datterino giallo la sa lunga!!
    Mi piace!!
    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Ho provato ad associare alle vongole tanti ingredienti (cime di rapa, zucchine, etc) ma mai sono state una goduria come con il datterino giallo. Se ami la pasta con le vongole, DEVI provarla così: la amerai ancora di più!!

      Elimina
  4. La pasta con le vongole e i pomodori è il primo piatto d'obbligo sulla tavola natalizia della Vigilia. Adesso mi hai messo il tarlo di provarla coi datterini gialli. Questa ricetta mi sa di rivisitazione. E poi leggere i tuoi ricordi mi ha fatto davvero piacere. Anche io ricordo delle estati passate a imbottigliare pomodori da conservare per l'inverno :) Grazie mille per la tua ricetta :)

    RispondiElimina
  5. Grazie a te, Paola, per l'idea meravigliosa di questa sfida! Quando poi provi i datterini gialli, fammi sapere chè sono curiosissima!! Un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  6. Imparo veramente tanto, anche da una sfida che si annunciava "semplice" come questa: conosco il datterino giallo perchè ho avuto modo di assaggiarlo e di apprezzarlo proprio dalle vostre parti, ma non lo immaginavo abbinato alle vongole: è una sorpresa tutta in positivo, anche per la cura con cui hai trattato la materia prima (e in particolar modo proprio il pomodoro):era questo quello che ricercavamo dalla sfida, un sapersi mettere in ascolto degli ingredienti e saper essere capaci di tirar fuori il meglio da ciascuno di loro e nelle loro combinazioni. e direi che tu ci sei proprio riuscita, alla grande! bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, Alessandra! In questa sfida, come nella grande casa MTC, ho davvero trovato la mia dimensione e parte di tutto questo è merito dell'ispirazione che ogni giorno traggo da voi. Anche per ciò, grazie di cuore. Ti abbraccio.

      Elimina